Qigong

Quimetao Accademia organizza corsi di qigong  a frequenza annuale e/o settimanale sotto la direzione e il coordinamento del Prof. Nicolò Visalli.
Inoltre vengono anche organizzati corsi di qigong individuali per coadiuvare numerose patologie tra le quali obesità e patologie di carattere tumorale.
Annualmente sono organizzati seminari, stages, corsi per qualsiasi livello del praticante. Inoltre è possibile praticare anche Qigong terapeutici.

Il Qigong è una forma antichissima di esercizio fisico e mentale il Qigong si propone di sviluppare la salute psicomentale. E’ conosciuto anche come daoyin o tuna o ancora xingqi.
I cinesi lo hanno usato da sempre per migliorare la forma fisica, promuovere la serenità mentale e prolungare la vita. Si è sviluppato soprattutto nell’ambiente medico, religioso e nell’ambito da noi più conosciuto che è quello delle arti marziali.

Il Qigong si occupa soprattutto del movimento del QI definibile come energia, intesa come respirazione, come tramite fra tutti gli organi, apparati, tessuti e quant’altro proprio dell’organismo umano.
E’ perciò una sostanza indefinibile che rappresenta l’essenza della vita umana stessa.

Il Qigong pertanto permette la crescita di questa essenza vitale fortificando l’organismo così da sostenere i processi dell’antinvecchiamento. I tre cardini fondamentali del Qigong sono:

  • l’autoaddestramento come disciplina da percorrere;
  • il potere della mente, oltre al controllo del respiro e al movimento fisico;
  • il miglioramento della salute fisica e mentale.

Il qigong è una forma antichissima di esercizio fisico e mentale tesa a mantenere e ristabilire la salute. questa disciplina coinvolge sia il corpo che la mente e contribuisce a prevenire e curare le malattie. oggi in tutta la cina sono milioni i praticanti e la facilità e la praticità del qigong sono alla base della sua popolarità. non esiste una sola definizione di qigong, è una scienza che nel corso degli anni è evoluta notevolmente, con varie tecniche di pratica, oggi si contano oltre cento, scuole ufficiali.

In Cina la storia del qigong è datata migliaia di anni ed è profondamente legato alla cultura del buddismo e del taosimo. il qigong nasce su basi culturali molto diverse da quelle su cui si fonda la nostra società occidentale. consente il controllo dell’energia vitale, aiuta a prevenire e curare numerose malattie, migliora la vitalità complessiva organica, consente di acquisire equilibrio mentale ed emotivo e consapevolezza spirituale. Il qigong si occupa soprattutto del movimento del qi inteso come energia, come respirazione, come tramite fra tutti gli organi, apparati, tessuti e quant’altro proprio dell’organismo umano, è comunque una sostanza indefinibile che rappresenta l’essenza stessa della vita umana. diversi sono i nomi del qigong:

  • daoyin (diffusione del qi nel corpo umano),
  • zhochan (rimanere seduti meditando),
  • xingqi (promuovere la libera circolazione del qi),
  • tuna (funzione inspiratoria ed espiratoria).

Il qi è la base naturale del qigong. il qigong è una branca della MTC che si occupa del movimento del qi che permette la crescita dell’essenza vitale (qi) fortificando l’organismo per sostenere i processi della longevità.

I tre cardini fondamentali del qigong sono l’autoaddestramento, come disciplina da percorrere; il potere della mente, oltre al controllo del respiro e al movimento fisico; il miglioramento della salute fisica e mentale. Praticato, elaborato, incrementato sia dai medici che dai monaci soprattutto buddisti e taoisti si basa sul sistema dei meridiani dove scorre il qi, che conosciamo in agopuntura.

La forma attraverso cui si applica il qigong è un insieme di movimenti dolci che comprendono esercizi dinamici per regolare il corpo, tecniche di respirazione e concentrazione mentale, per regolare la mente, ed infine l’emissione di suoni detti “terapeutici”, le cui vibrazioni facilitano il passaggio energetico e stimolano i diversi organi vitali e regolano le emozioni. il grande filosofo Lao-Zi, è conosciuto per essere stato uno dei più grandi maestri della scuola taoista e della pratica del qigong. Lao-Zi riteneva che la semplicità e la naturalezza si potessero conseguire chiamando a raccolta il qi “per rendere il corpo flessibile come quello di un bambino”. I principi, i metodi del qigong e la sua teoria sono contenuti nel suo libro la via e la virtù.

Il qigong è diverso dalla terapia psicologica praticata in occidente, è simile allo yoga, ma non è identico, risulta migliore nella cura delle malattie, apporta benefici alla mente ed al corpo, è un autotrattamento ed una autoterapia, ha quindi carattere sia preventivo che terapeutico. il qigong si presenta come un insieme di tecniche corporee: con posizioni sedute o in piedi, e movimenti lenti, respiratorie e mentali: lavoro di concentrazione attiva per sviluppare la coscienza.

Esistono vari metodi e scuole differenti di qi gong, tutte basate su tre elementi fondamentali: la postura, la respirazione, la concentrazione per raggiungere l’armonia del gesto e del respiro si concentra l’attenzione simultaneamente sulle diverse parti del corpo implicate nel movimento e percepite globalmente come unità, in modo che i movimenti del qi gong, non siano mai meccanici, ma organici. Con la pratica del qigong si impara a conoscere meglio il proprio corpo e la propria “identità profonda” per entrare in rapporto con il proprio “se”. l’allenamento costante fa scaturire una potenza energetica che consente di indirizzare il qi in ogni cellula del proprio corpo.

il qigong nelle sue varie forme può essere praticato da qualsiasi persona, non condizionato dall’età o dallo stato di salute, è molto importante: la perseveranza nella pratica. Gli effetti terapeutici del qigong servono a prevenire e curare molte malattie, come già evidenziato, la pratica costante del qi gong rallenta il naturale processo di invecchiamento e aumenta le capacità mentali, inoltre diminuisce gli effetti collaterali della chemioterapia e della radioterapia nei pazienti affetti da tumore.

Il qigong inoltre ha una influenza fisica che garantisce una migliore efficienza delle articolazioni, conserva un tono muscolare senza che avvenga la deformazione dei muscoli cosicchè saranno facilitate la circolazione arteriosa, venosa e linfatica nonché quella sensoriale. tutto ciò contribuirà a regolare la tensione arteriosa e a provvedere a una migliore ossigenazione dell’organismo.

Inoltre l’influenza energetica nel qigong classico è la stessa dell’agopuntura: posture, movimenti e concatenazioni vengono scelte in funzione della loro azione profonda sui centri energetici, sui meridiani e sugli organi. nel qigong si utilizzano anche le “visualizzazioni”. i numerosi esercizi di qigong hanno come funzione di armonizzare meglio coloro che praticano con i ritmi del giorno o della stagione e di regolarizzare le sue energie in funzione di disequilibri esterni o interni.

L’influenza psichica con il lavoro di meditazione e di induzione alla calma comporta che l’attività cerebrale non conduca a confusione mentale. la mente è dunque “purificata, chiarificata, rinvigorita, tranquillizzata”. La ricerca medica e gli studi clinici effettuati in Cina, in Giappone, negli Stati Uniti e Canada hanno dimostrato l’efficacia terapeutica del qigong su diversi sistemi e apparati come il sistema nervoso, l’apparato respiratorio, il sistema endocrino, l’apparato circolatorio, l’apparato digerente, il sistema immunitario.

 

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi