Ginecologia

Malattie ginecologiche

  • Trattamento stimolante nell’infertilità (Prof. Nicolò VISALLI)
  • alterazioni del ciclo mestruale (amenorrea, polimenorrea, dismenorrea)
  • leucorrea
  • vaginiti
  • mastiti
  • cisti ovariche
  • condilomatosi
  • herpes genitale
  • fibromatosi uterina
  • prevenzione e cura dei disturbi della menopausa
  • vomito gravidico
  • rivolgimento podalico (cambiamento della posizione del feto se non corretta)

 

L’omeopatia e la MTC (Medicina Tradizionale Cinese) considerano la malattia, come l’espressione di uno “stato generale compromesso” ed il sintomo (es. il mal di testa) come la reazione di difesa rispetto ad un equilibrio perduto. Pertanto il fine comune dell’omeopatia e della MTC è quello di condurre il paziente alla guarigione, che può essere raggiunta e mantenuta solo riscostituendo l’equilibrio organico, utilizzando cioè quella capacità di risposta che ogni persona conserva.
Tutto questo si può ottenere risalendo alla causa e curando il terreno del soggetto, non curando solo il sintomo. Facciamo un esempio: non serve asportare un polipo se non sono state individuate le cause che hanno determinato la sua formazione, poiché la sua ablazione, se non è seguita da una opportuna condotta terapeutica, non impedirà la ricomparsa del polipo stesso. Una leucorrea (perdite bianche) in allopatia è espressione di una infiammazione delle vie genitali; essa sarà curata con antibiotici o chemioterapici diversi a seconda che il germe responsabile sia la Clamydia, la Candida o il Trichomonas ecc., e si limiterà l’azione terapeutica ad un solo apparato: quello genitale.

Al contrario, in omeopatia, il sintomo “leucorrea” rappresenta una reazione di difesa dell’organismo, una eliminazione di tossine per le vie naturali, accumulatesi nel tempo a causa di disordini organici. Il trattamento pertanto sarà individuale e terrà conto di aspetti quali la costituzione e il temperamento (cioè quello che è stato trasmesso ereditariamente) e della condizione che ne ha determinato la comparsa. Il rimedio o i rimedi somministrati agiranno sui tessuti del corpo umano a livello dei vari organi, regoleranno le più fini funzioni cellulari e le riporteranno alla normalità. In tal modo si ristabilirà così l’equilibrio necessario alla regolare funzionalità di tutti gli organi. In MTC i fattori climatici quali: il vento, il freddo, il caldo, il secco, l’umido, causano le malattie creando blocchi e squilibri nei meridiani che percorrono il nostro corpo. In MTC, tra le tante cause di leucorrea, viene considerata un’aggressione esterna legata ad un fattore climatico quale l’invasione di umidità-calore. Scopo dell’agopuntura è di agire sui meridiani, linee di forza che attraversano il nostro corpo ed in cui circola la forza vitale.

Su questi meridiani sono situati agopunti su cui si agisce al fine di eliminare i blocchi e gli squilibri energetici. Sia l’omeopatia che la Medicina Tradizionale Cinese sono in grado di curare un gran numero di patologie ginecologiche: tutte le forme di leucorrea che in genere accompagnano vaginiti e cerviciti (infezioni genitali da virus) si possono risolvere con l’uso di rimedi omeopatici o con l’agopuntura.

I risultati sono altrettanto soddisfacenti nei disturbi mestruali, nelle dismenorree, nelle metrorragie, nelle poliposi e nelle policistosi ovariche, e ancora nei disturbi della menopausa (osteoporosi, disturbi metabolici, osteoarticolari, le fibromatosi uterine), nella sterilità sia maschile che femminile e nelle mastopatie fibrocistiche.

La gravidanza rappresenta un altro importante campo d’azione di queste medicine, poiché i problemi che insorgono in questo periodo possono essere risolti con alcune tecniche di MTC e con l’omeopatia senza rischi per la madre e per il feto. Con l’omeopatia inoltre possiamo influire positivamente nella formazione del feto con quello che chiamiamo trattamento eugenetico.

Si interviene se possibile precocemente, prima del concepimento, con una cura omeopatica dei futuri genitori o in gravidanza, somministrando alla futura mamma rimedi che hanno il compito di promuovere l’eliminazione delle tossine ereditate.Questa “disintossicazione” omeopatica eviterà che il nascituro erediti eventuali squilibri.

Il bambino potrà avere uno sviluppo psico-fisico ottimale che lo renderà più forte e più reattivo verso le malattie. Così, grazie al trattamento eugenetico, l’omeopatia trova la sua massima espressione come medicina preventiva.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi